La Torre Ottagonale di Enna non è la Torre di Federico - L'Ora Siciliana


L'Ora Siciliana

L'Ora Siciliana, diretto da Angelo Severino, è un giornale di cultura, politica, storia (e controstoria) di Sicilia.



Ricerca storica

La Torre Ottagonale di Enna non è la Torre di Federico

Torre Ottagonale Enna - Evento

La Torre Ottagonale di Enna
non è la Torre di Federico

https://www.facebook.com/collana.libri.storie.sicilia
https://torredienna.it
ťťťťť
Print Friendly, PDF & Email

Angelo Severino, l’autore del libro “La verità sulla Torre Ottagonale di Enna” (compralo: ISBN 979-12-200-3151-6), ha il piacere di accompagnarvi alla scoperta della “VERA Torre di Federico”.

Nell’occasione, saranno mostrati i documenti ufficiali dell’Istituto Geografico Militare di Firenze a dimostrazione che l’antica Torre Ottagonale di Enna (quella ubicata in zona Monte) e la “VERA Torre di Federico” (quella al cimitero) sono due costruzioni del tutto diverse!

La Torre Ottagonale di Enna, conosciuta dagli Ennesi anche come “u Castiddru Vicchiu”, purtroppo è stata scorrettamente attribuita all’imperatore Federico II di Svevia. Essa, in verità, è la “Stazione astronomica-geodetica” della Sicilia antica. Il fatto che i nostri storici, avendo voluto assegnare, con cocciutaggine e in maniera assoluta, la sua costruzione a uno dei due Federico, è stato un grande errore, se non addirittura un depistaggio storico. Probabilmente è stato un eccessivo fanatismo per l’arte cosiddetta gotica, di tipo svevo-aragonese, che anche a Enna ebbe la sua culla.

La “VERA Torre di Federico” si trova all’interno del cimitero di Enna e scoprirete il posto esatto dove si trova. Un evento INNOVATIVO e GRATUITO dove basta semplicemente partecipare per conoscere finalmente la vera storia di questi due importanti e preziosi monumenti di Enna.

L’appuntamento è per DOMENICA 10 GIUGNO alle ore 10:30 davanti all’ingresso principale del cimitero di Enna. Vi aspettiamo!!

Per altre info: https://torredienna.it
Cellulare: 342 122 8440

Scarica i pdf del giornale
Diventa editore de “L’Ora Siciliana”
oppure leggi come sostenerci


Rispondi

Vai alla barra degli strumenti