L'Ora Siciliana

Cultura, politica, storia (e controstoria) di Sicilia.



Ricerca storica

Alta Corte per la Sicilia. Tradito lo Statuto Siciliano

Alta Corte per la Sicilia

Soffocata l’Alta Corte per la Sicilia

Tradita la “specialità” dello Statuto
di Autonomia per la Regione Siciliana

Ecco chi e quando ha tradito

di Giuseppe Scianò ©
Coordinatore del centro studi “Andrea Finocchiaro Aprile”
≈ ≈ ≈

Alta Corte per la Sicilia. Nel mese di aprile del 2008, a seguito dell’ennesima violazione del “PACTUM” (sul quale nel 1944 era stato creato il “compromesso” fra il Popolo Siciliano in armi e lo Stato Italiano), la “specialità” dello Statuto di Autonomia per la Regione Siciliana, fu messa in serio pericolo da una sentenza della Corte Costituzionale che aveva di fatto abolito l’Alta Corte per la Regione Siciliana.

Il periodico battagliero “L’Ora Siciliana”, diretto da Angelo Severino, lanciava pertanto un preoccupante allarme al Popolo Siciliano, all’opinione pubblica europea e a quella Internazionale, dedicando un’intera pagina del giornale al giurista Salvatore Riggio Scaduto.

Si trattò di un atto di coraggio, di responsabilità politica e di amore verso la Patria Siciliana. Il tutto bene documentato. Meglio non si sarebbe potuto argomentare. L’estensore di questo “documento” era stato e rimaneva infatti il più qualificato giurista e scrittore di quel tormentato (per la Sicilia) periodo storico.

Parliamo infatti di Salvatore Riggio Scaduto, magistrato di alto grado in servizio presso il Tribunale di Caltanissetta. Un Magistrato, questo, non nuovo a prese di posizione del genere, ma mai di così alta responsabilità né così greve di conseguenze.

Il Direttivo del Centro Studi “Andrea Finocchiaro Aprile” sente pertanto, oggi, e a sua volta, il dovere di diffondere questo documento (sempre valido e attuale) e di portarlo a conoscenza delle nuove generazioni di Siciliani, affinché questi ne possano cogliere i significati più reconditi. E farsene carico. Onore, quindi, alla memoria di Salvatore Riggio Scaduto. Questi è infatti deceduto in data 14 gennaio 2015, lasciando un “vuoto” culturale e politico quasi incolmabile. Anzi: “senza quasi”.

Un ringraziamento particolare ovviamente va rivolto ad Angelo Severino, senza l’apporto del quale il “significato” del messaggio non avrebbe avuto l’eco e il “significato” che sta avendo soprattutto in questi giorni, nei quali si rinnovano e si moltiplicano i tentativi di ANNULLARE (se non di “assassinare”) “l’Autonomia” della Sicilia. E probabilmente la Sicilia stessa.

Insomma: grazie anche a Salvatore Riggio Scaduto … i diritti fondamentali del Popolo Siciliano non potranno essere prescritti. E il bravo Angelo Severino con il suo onesto e coraggioso lavoro di giornalista Siciliano, … senza macchia e senza paura, ce lo ha dimostrato e continua a dimostrarlo.

Scarica la pagina originale dell’articolo

≈ ≈ ≈

La verità sulla Torre ottagonale di Enna
torredienna.it

Rispondi

Vai alla barra degli strumenti