L'Ora Siciliana

L'Ora Siciliana, diretto da Angelo Severino, è un giornale di cultura, politica, storia (e controstoria) di Sicilia.



Ricerca storica

Corruzione bipartisan. Voti comprati con 25 euro

Corruzione Tamajo

Dice Rosy Bindi: Corruzione bipartisan

Un colpo a destra e uno a sinistra
Voti comprati con 25 euro, indagato Tamajo

di Angelo Severino ©
≈ ≈ ≈

1-1 è il risultato momentaneo nella partita che si sta giocando fra i cosiddetti “impresentabili” deputati all’Ars di centrodestra e di centrosinistra.

È notizia di questa mattina che il neo eletto Edy Tamajo è finito sotto indagine della procura di Palermo.  Secondo l’accusa avrebbe comprato parte dei quasi 14mila voti ottenuti pagando 25 euro a voto.

Edy Tamajo, 41 anni, in quest’ultime regionali siciliane è stato candidato nella lista “Sicilia Futura”, formazione politica che fa capo all’ex ministro Salvatore Cardinale, che ha sostenuto Fabrizio Micari (schieramento di centrosinistra). Il procuratore aggiunto di Palermo Sergio Demontis e il suo sostituto Fabiola Furnari gli attribuiscono il reato di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione elettorale.

L’indagato, nelle elezioni dello scorso 5 novembre, è stato il più votato a Palermo con 13.984 voti nella circoscrizione di Palermo. Ed è stato il terzo in assoluto degli eletti in Sicilia per numero di preferenze. Nel passato Tamajo ha militato nel centrodestra e quattro anni fa cambiò “casacca” passando nel centrosinistra. Il “rimpallo” politico, ma in senso contrario, fu con Cateno De Luca.

Salvatore Cardinale, leader della lista Sicilia Futura, in una intervista all’Ansa, ha detto che ha «piena fiducia nella magistratura». «Ho parlato telefonicamente – ha detto anche l’ex ministro – con Tamajo e mi ha giurato tra le lacrime, e io ci credo, di non avere mai conosciuto, né visto, né parlato con i protagonisti di questa vicenda esecrabile che lede l’immagine della Sicilia e delle sue istituzioni».

Il neo presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e i suoi settanta deputati devono ancora insediarsi all’Assemblea è già siamo, dopo l’arresto dell’altro ieri di Cateno De Luca, a due presunti impresentabili finiti sotto inchiesta della magistratura. Questa legislatura è come una corsa d’auto. È stato appena dato il via e già vi sono i primi incidenti di percorso. Continuando con questa media, secondo molti osservatori della politica nazionale e regionale, si potrebbe presto andare a nuove elezioni.

Scarica i pdf del giornale
Diventa editore de “L’Ora Siciliana”
oppure leggi come sostenerci



Rispondi

Vai alla barra degli strumenti