L'Ora Siciliana

Cultura, politica, storia (e controstoria) di Sicilia.



Ricerca storica

Il sentiero siculo. Escursione a Rocche di Tornambè

Il sentiero siculo

Il sentiero siculo

Escursione a Rocche di Tornambè

“In ogni passeggiata nella natura, l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca”
John Muir (1838-1934), padre dell’ambientalismo moderno.

Rubrica a cura della Redazione de L’Ora Siciliana ©

Si chiama Il sentiero siculo. Coordinato da Filippo Apache Nicolosi, nasce a Barrafranca (Enna) con l’intento di promuovere e valorizzare i luoghi di interesse storico, archeologico e naturalistico sempre più spesso trascurati e sconosciuti ai più. I partecipanti alle escursioni nel centro di Sicilia, organizzate da Il sentiero siculo, sono accompagnati dell’esperto in geologia Egidio D’Angelo.

Per informazioni su Il sentiero siculo e su eventuali adesioni alle escursioni, vi rimandiamo alla pagina Facebook del Gruppo

≈ ≈ ≈

Il Sentiero Siculo ha organizzato 18 marzo 2017 un’escursione nel centro di Sicilia a Rocche di Tornambè, Codata di Volpe, a sud dell’abitato di Pietraperzia (Enna). Tutta la zona è caratterizzata dalla presenza di creste rocciose, formate da calcari e gessi. Come dimostrano i recenti scavi archeologici, fin dall’Età Preistorica, risalente all’Età del Rame, in cima a due cocuzzoli di Contrada Tornambè doveva esserci un villaggio abitato da indigeni poi ellenizzati.

Lungo le pendici rocciose di queste monti furono scavate, nel corso del tempo, delle grotte per le sepolture. Infatti, si trovano tombe “a grotticella” artificiali risalenti all’Età del Rame e del Bronzo, tombe “a camera” realizzate nell’Età Arcaica, tombe “sub divo” e tombe “ad arcosolio” dell’Età ellenistica-romana. Si presume che la scelta del luogo come insediamento urbano possa essere stato scelto sia per la fertilità dei terreni sia per la presenza di cave di zolfo.

18 marzo 2017

Come si legge nel commento al video su YouTube “Vi sono luoghi così arcaici e antichi che scoprire l’origine della loro esistenza è solo un esercizio che può compiere l’immaginazione. A volte capita che natura e paesaggio antropico siano divisi da una linea talmente esigua che riconoscere dove termina una e inizia l’altro è molto complesso. È il caso delle misteriose rocche di pietra della contrada Tornambè Fastuchera”.

≈ ≈ ≈

Leggi e guarda il video dell’escursione del 26 Marzo 2017 nell’antica necropoli di Montagna di Marzo, nelle vicinanze di Piazza Armerina.


Scarica i pdf del giornale
Diventa editore de “L’Ora Siciliana”
oppure leggi come sostenerci

Rispondi

Vai alla barra degli strumenti