L'Ora Siciliana

L'Ora Siciliana, diretto da Angelo Severino, è un giornale di cultura, politica, storia (e controstoria) di Sicilia.



Ricerca storica

Archivio del Tag: Trinacria

Bandiera siciliana, era un vessillo fantasma!

Bandiera Sicilia

Bandiera Siciliana Riproponiamo un articolo scritto su “EnnaOnLine” del 14 gennaio 2001 dal titolo “Alla ricerca del vessillo fantasma! Da un anno, per legge, la Sicilia ha la sua bandiera ma nessuno sa dove sia” di Angelo Severino © ≈ ≈ ≈ [14 gennaio 2001] – Era stata un’iniziativa parlamentare presentata dal deputato regionale Nicola […]

La Triscele riproduce un’immagine geografica di Enna

La Triscele ed Enna

La Triscele riproduce un’immagine geografica di Enna e della Sicilia [ Parte Seconda ] di Liborio Centonze © Essendo la Triscele un geroglifico evoluto, la traduzione e la relativa escatologia simbolica, simile alla lingua egizia, corrispondono a questa interpretazione: «bisogna andare da ogni parte» (gambe dai piedi a forma di cerchio) «nella patria della dea […]

La Triscele rappresenta una concezione cosmica

Triscele ed Enna

La Triscele con le sue tre gambe esprimerebbero il movimento cosmico, la vita e il divenire [ Parte Prima ] di Liborio Centonze © La Triscele. Questo simbolo, che trova una matrice a Enna, è stato oggetto di studio per la scelta del gonfalone siciliano. I tre termini sono etimologicamente diversi; secondo lo storico Alberto […]

Cerere. Nel tempio di Enna nascosto un immenso tesoro

Il tempio di Cerere a Enna

A Enna nel tempio della dea Cerere vi è nascosto un immenso tesoro di Liborio Centonze © Le origini del culto a Cerere non si lasciano datare e si perdono nel buio della storia siciliana. La dea Cerere ed Enna esercitavano un fascino presso i siculi e i greci di Sicilia sia per l’imponente posizione […]

Trinacria. Perché fu rimossa dall’Ars e da chi?

La Trinacria

Trinacria Fu rimossa dall’Assemblea Regionale Siciliana per far posto a un geroglifico di Angelo Severino © [ Pubblicato su “L’Ora Siciliana” cartaceo di Aprile 2008 ] ≈ ≈ ≈ Nel 1860 fu il nizzardo Giuseppe Garibaldi che, in qualità di “mosca cocchiera” di una congiura internazionale, con il pretesto di favorire l’unità d’Italia (leggi: ingrandimento […]

Vai alla barra degli strumenti