L'Ora Siciliana

L'Ora Siciliana, diretto da Angelo Severino, è un giornale di cultura, politica, storia (e controstoria) di Sicilia.



Ricerca storica

Archivio del Tag: Garibaldi

Mafia e camorra hanno un papà. Si chiama Garibaldi

Mafia e camorra e Garibaldi

Mafia e camorra hanno un papà. Si chiama Peppino Garibaldi Mafia e camorra con Garibaldi fanno un salto di qualità Giuseppe Scianò © Coordinatore Centro Studi “Andrea Finocchiaro Aprile” ≈ ≈ ≈ Al fine di evitare che ogni volta le commemorazioni della nascita di Giuseppe Garibaldi si trasformino in una riproposizione di quell’agiografia risorgimentale, che […]

Angela Romano, la brigantessa di 9 anni

Angela Romano fucilata

Angela Romano la bimba di 9 anni fucilata perché accusata di essere una brigantessa La rappresaglia fu crudele e incivile e furono fucilate SETTE vittime innocenti per brigantaggio Giuseppe Scianò © Coordinatore Centro Studi “Andrea Finocchiaro Aprile” ≈ ≈ ≈ Questo articolo ha una discussione nel FORUM ≈ ≈ ≈ La rivolta esplosa il 1° […]

Sud conquistato e Sicilia distrutta

Garibaldi a Marsala

5 maggio 1860 Parte da Quarto l’operazione conquista del Sud e la distruzione del regno delle Due Sicilie di Giuseppe Scianò © (Coordinatore del centro studi e ricerche Andrea Finocchiaro Aprile) In questi giorni ricorre il 156° anniversario di quella che, per la storiografia ufficiale, è ancora celebrata come la “gloriosa spedizione dei Mille” guidata, […]

Masaniello e Garibaldi 3

Per i garibaldesi il bidet trovato nelle case di Palermo era “un oggetto di forma ovale di uso sconosciuto” di Vincenzo Giardino © [ parte terza e ultima ] Arrivati i piemontesi a Palermo cominciarono a saccheggiare le case di tutti quelli che non digerivano l’idea dell’Italia unita. Quando saccheggiavano le case degli aristocratici, gli […]

Masaniello e Garibaldi 2

Bisnonni comunisti infiltrati fra i Mille Garibaldi e garibaldesi accolti in Sicilia con cannoli e buon marsala e bastava dire “Viva l’Italia” che i delinquenti venivano liberati di Vincenzo Giardino © [ parte seconda ] Quando Garibaldi si presentò a Mazzini e a Cavour non fece una buona impressione, oltre a essere brutto, era corto, […]

Masaniello e Garibaldi 1

Se Garibaldi non avesse vinto, oggi mangeremmo la pizza Carolina Il “fattariello” dell’unità d’Italia di Vincenzo Giardino © [ parte prima ] La storia viene scritta da studiosi che si documentano dagli archivi e da libri antichi. Quello che viene scritto da costoro diventa spesso inoppugnabile; viene diffuso attraverso i testi scolastici e universitari o […]

L’eccidio di Fantina 3

Camera dei Deputati del Regno d'Italia

Nella foto la prima sede a Torino della Camera dei Deputati del Regno d’Italia De Villata “una perla di ufficiale” promosso colonnello per l’eccidio di Fantina [Parte Terza] di Angelo Severino © A divulgare pubblicamente per primo la notizia dell’infame misfatto piemontese consumatosi il 3 settembre 1862 a Fantina fu, come si è detto, un […]

L’eccidio di Fantina 1

Eccidio di Fantina

Nella foto il generale Enrico Cialdini e la lapide in memoria degli uccisi Giustiziati a Fantina da soldati piemontesi [Parte Prima] di Angelo Severino © La storiografia ufficiale sul periodo del Risorgimento in Sicilia (ma anche in Italia) non è come la studiamo nei libri di scuola. La cosiddetta unità d’Italia fu anche tragedia. Fu […]

La mafia al servizio di Peppino Garibaldi

Mafia e Garibaldi

Giuseppe Scianò risponde a Vincenzo Consoli: «Fu nel maggio del 1860 che iniziò quel salto di qualità della mafia, del quale ancora oggi piangiamo le conseguenze». Intervistato dal Corriere della Sera del 31 luglio 2008, Vincenzo Consolo (siciliano di origine con il desiderio di abbandonare l’Isola su suggerimento di Sciascia) in un momento di pura […]

Vai alla barra degli strumenti